Slide

ISOLE ARAN, IRLANDA

Uno posto che porto nel cuore, scoperto grazie al libro “Skerrett” di Liam O’ Flaherty che ho letto per un esame universitario. La trama è ambientata ad Inis Mór, la più grande delle isole Aran, e mi aveva talmente appassionata da voler conoscere tutto di quel luogo. Il primo viaggio è stato nel 2004, e dopo quell’anno sono ritornata ben sei volte.

Cosa mi è piaciuto tantissimo?

  • I curragh, l’imbarcazione locale tipica con il fondo nero ricoperto di pece che ricorda tanto il colore della nostra stout.
  • “L’uomo di Aran”, un film in bianco e nero del 1934 di Robert J Flaherty che racconta l’eterna battaglia tra un pescatore e il mare.
  • Noleggiare la bici al porto e pedalare per tutta Inis Mór con pioggia, vento e infine uno splendido arcobaleno.
  • Ostriche e stout in un pub di Kilronan, una meravigliosa sosta prima di riprendere la nave verso Galway.
  • L’incomprensibile gaelico e il volto fiero delle persone che lo parlano.

 Veronica